Negli ultimi anni con l’invenzione della tecnologia la lettura sui libri è diminuita, infatti molti usano tablet o altri dispositivi per scaricarli.
Secondo me è una cosa positiva perché è molto comodo leggere qualsiasi libro in ogni luogo e momento. Molte persone non hanno il tempo di andare in libreria per comprare un libro invece con i tablet basta un semplice click
per scaricarne uno qualsiasi. A parte la comodità secondo me non c’è differenza tra libri cartacei e quelli digitali, entrambi possono essere
sottolineati, evidenziati e si possono anche scrivere delle note personali.
Inoltre i tablet occupano molto meno spazio dei libri normali, è opportuno quindi usarli anche a scuola per evitare che i ragazzi portino meno peso sulle spalle. Sono pochi i ragazzi di questa generazione che leggono i libri però, a mio parere, l’uso della tecnologia li invoglia a leggere molto di più. C’è però da dire che mettendosi nei panni degli edicolanti è molto brutto perché con l’uso della tecnologia le vendite di libri sono diminuite. Sono pochi quelli che rifiutano alla comodità,comprando ancora dei libri cartacei. Alcune persone dicono che leggendo sui vari dispositivi la vista si rovina, ma le ultime generazioni di tablet a differenza dei computer o cellulari, sono stati creati in modo da non danneggiare nulla. I loro schermi non emettono troppa luce e permettono anche la lettura alla luce del sole. Molto spesso scaricare dei libri è gratuito quindi si risparmiano parecchi soldi. In un periodo di crisi costa molto meno comprare un tablet una volta sola, che comprare un libro ogni volta che si ha voglia di leggerne uno.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account