b0iad3hhh

Istituto: XXV Aprile (Via Milano 36)

Città: PONTEDERA

Redazione: b0iad3hhh

Il telefono come strumento didattico: è efficace?

Il telefono come strumento didattico: è efficace?
Da quando è iniziata l’era dello smartphone, si può accedere ovunque, in modo facile e veloce, ad informazioni piuttosto attendibili. Con essi sono possibili i social network e siti vari di svago. La scuola, pensando di più agli effetti negativi che a quelli positivi, ha bandito lo smartphone in classe con una circolare del 2007 per evitare la distrazione di alunni e la facilità nel barare nei compiti scritti. Da allora però le cose iniziano a muoversi e cambiare. Infatti, l’attuale ministro dell’istruzione Valeria Fedeli ha annunciato all'inizio dell’anno scolastico di ritenere adatto l’uso del cellulare in classe come strumento didattico. Capiamo quindi i vantaggi e gli svantaggi degli smartphone in classe e come possono contribuire alla lezione. La questione ha aperto un forte dibattito. Molti sostengono che il telefono è uno strumento indispensabile per adattarsi in questo mondo che sta attraversando una veloce fase di sviluppo tecnologico, non solo per il potenziale delle applicazioni scaricabili sui telefoni, ma anche per internet il quale permette una quantità enorme di informazioni e dati spesso corretti. Quindi il telefono viene considerato una grande macchina per apprendere. Ma c’è anche chi è contrario a questa affermazione ritenendo lo smartphone un elemento di distrazione. Diversi studi sottolineano come portare il cellulare tra i banchi di scuola farebbe abbassare i voti. Questi studi sono stati riconfermati da una ricerca inglese della London School of Economics la quale ha notato che negli istituti dove non è permesso l'uso dei telefoni, i voti sono più alti. Ricevere messaggini, giocherellare sotto il banco, porta a distrarsi, diminuendo la concentrazione e quindi il rendimento scolastico. Tra l'altro, tale legge che prevede l'utilizzo di questi strumenti in classe, per i docenti diventerebbe difficile individuare un utilizzo improprio dello strumento da parte degli studenti. La nostra redazione sta dalla parte degli smartphone perché il suo utilizzo è facile e veloce, contribuendo a fare lezioni interattive e interessanti, sia per gli studenti sia per i professori nonostante le varie distrazioni che si potrebbero verificare. b0iad3hhh
1 Commenti
giadabongio
Ho letto il tuo articolo, e penso che ultimante i dispositivi elettronici vengono usati veramente molto. Per esempio, vengono usati moltissimo dai giovani per scopi personali e poi per la scuola. Io però, penso che sarebbe meglio utilizzare i libri di scuola, e usare di meno i dispositivi elettronici; anche perchè i libri di scuola, secondo me, sono più comodi per molti aspetti, invece che i dispositivi elettronici.