Come si calcola la data della Pasqua?

Buongiorno ragazzi,

finalmente stanno per arrivare le tanto attese vacanze di Pasqua. Sappiamo bene quanto le avete attese e speriamo possiate usufruire di questi giorni per riposare la mente e concentrarvi sull’ultima parte del campionato.

Proprio la Pasqua sarà l’argomento di questa settimana. Prendendo spunto dal bell’articolo scritto dai nostri amici di Focus Junior, vogliamo spiegarvi come mai la data di questa festività è soggetta a continui cambiamenti, nel corso degli anni, e come riuscire a calcolarla in anticipo.

Questo metodo potrebbe tornarvi utile anche per i prossimi anni, per organizzare al meglio il vostro studio in vista delle interrogazioni finali, ma soprattutto per capire quando poter progettare i vostri giorni in completo relax :) Siete pronti?

E allora scopriamolo insieme!

La Pasqua viene definita una festività “mobile”: la sua data infatti può variare perchè è legata al ciclo lunare. La regola per calcolarla fu stabilita nel  325 dal Concilio di Nicea, (una città della Turchia, vicina a Istanbul, che adesso si chiama Iznik), convocato e presieduto dall’imperatore romano Costantino I. In questa occasione si decise che la data della Pasqua sarebbe caduta la domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera che come tutti saprete è il 21 marzo.

Per questo motivo la Pasqua cattolica e quella protestante cadono sempre in una data compresa tra il 22 marzo e il 25 aprile.

Ma la data della Pasqua cambia anche in base al culto cristiano professato. C’è chi, per calcolarla, usa il calendario gregoriano (un calendario basato sull’anno solare, cioè sul ciclo delle stagioni, utilizzato da cattolici e protestanti) e chi, invece, quello giuliano (calendario in vigore prima di quello gregoriano, e tuttora riconosciuto dagli ortodossi). Capita, ma solo di rado, che tutte le comunità di fede cristiana festeggino la Pasqua nello stesso giorno.

Dunque il criterio non è difficile da applicare no?

Sciolto ogni dubbio non ci resta che augurarvi buona Pasqua.

Come trascorrerete le vacanze? Aspettiamo i vostri commenti qui sotto!