Passeggiando per le vie delle città, ormai è più comune trovare graffiti che insegne. Dai vicoli nascosti a quelli posizionati ben in mostra, possiamo trovare spazi che sono stati marchiati dagli artisti di strada, personaggi non ancora sconosciuti che, per mostrare le loro doti artistiche, disegnano o, nella maggior parte dei casi, scrivono e dunque si firmano sulle prime pareti che trovano disponibili. Tutte queste azioni vengono effettuate di nascosto: fortunatamente per loro, sono pochi i casi in cui vengono colti in fragrante e dunque riescono ad agire quasi come dei fantasmi. A molte forze dell’ordine, ma non solo, anche alla gente comune, non va a genio questo tipo di vena artistica, dunque è meglio che i “graffitari” non si facciano trovare. Nonostante ciò, i murales sono delle vere e proprie opere d’arte: sta al singolo decidere se piacciono o meno, come d’altronde tutti i quadri o dipinti degli artisti più famosi non possono sempre piacere, ma vanno considerati opere in ogni caso. Ah, tra parentesi, è sottinteso, o perlomeno dovrebbe esserlo, che questi schizzi colorati devono presentarsi nei luoghi adatti: rovinare muri di palazzi o luoghi di importanza riconosciuta non è assolutamente ammissibile. Queste opere artistiche hanno il loro contesto adatto, in sé contengono una bellezza, quindi sono persino in grado di abbellire determinati luoghi. I graffiti sono molto particolari e benvoluti soprattutto dove ci sono muretti o muri di cemento poco belli, che rendono l’ambiente freddo e cupo, infatti un po’ di colore, se ben messo, non fa nulla di male, anzi, può solo ridare animo alla zona. Le multe in certi casi sono in più, completamente esagerate e anche fuori luogo: se un murales è in una collocazione che non dà fastidio a nessuno e rende solo più carino il contesto, non è per nulla da criticare, bensì da acclamare insieme con l’autore. Nel caso opposto, se i disegni si trovano in luoghi non adatti e magari in proprietà private, lì sì che sono da multare: nessuno ha il diritto di rovinare nulla, nemmeno gli artisti, loro possono solamente abbellire, non di certo imbruttire. Le multe devono esserci, ma non per tutti, bisogna aver dei criteri ben stabiliti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account