Il progetto Erasmus, nato nel 1987, consiste in un periodo di soggiorno, che va dai tre mesi ai dodici mesi, per studenti universitari Europei, che dopo un anno di studi, possono continuare a studiare in un’altra Università Europea, dove devono effettuare alcuni esami che, poi, verranno riconosciuti.
Uno dei requisiti più importanti d’accesso è, sicuramente, avere un buon livello di rendimento negli studi.
Questo progetto è considerato come un’ottima opportunità a favore dello studente, in quanto contribuisce nella sua formazione, senza compromettere il corso degli studi, e permettendo di conoscere diverse culture e popolazioni, aprendo, così, nello studente una nuova realtà sociale differente da quella a cui è abituato a vivere.
Gli aspetti principali di questo progetto Erasmus è, sicuramente, vedere come funzionano i diversi sistemi universitari, e confontarsi con diversi costumi e tradizioni.
L’Erasmus è considerato uno dei progetti internazionali più importanti e più apprezzati dagli studenti, in quanto permette loro di visitare nuovi luoghi e nuove popolazioni, offrendo, contemporaneamente, più possibilità di trovare lavoro, ed è, inoltre, anche un’ottima possibilità per approfondire di più le lingue straniere.
Personalmente, sostengono pienamente questo progetto, in quanto permette di consolidare le proprie competenze specifiche, da poter utilizzare in ambito lavorativo.
Lo ritengo anche molto efficace, poiché ci consente di aprire nuovi orizzonti intellettivi e di accrescere le conoscenze personali.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account