Il 25 Gennaio del 2016, è venuto in visita da noi, il capo dello stato Iraniano, Rohani, per stabilire nuovi accordi commerciali con l’Italia.
Una volta arrivato, è stato accolto presso i musei Capitolini, e accompagnato dal nostro presidente del consiglio, Matteo Renzi.
Durante la visita è successo un fatto vergognoso: tutte le statue di nudo sono state coperte con scatoloni di compensato e teli , per non urtare la sensibilità del paese musulmano.
La stampa l’ha considerato un gesto molto vergognoso , in quanto si è calpestata la cultura Romana millenaria , e ovviamente, un’altra volta, l’Italia si è mostrata come un Paese debole e senza dignità.
Si dice che tutto sia iniziato da una “proposta” di Matteo Renzi, ma dopo qualche indagine, si è scoperto che è stata la delegazione iraniana a chiedere che venissero coperte le sculture di nudo.
Da ciò possiamo chiaramente capire l’atteggiamento da parte dei paesi occidentali nei nostri confronti , ai quali è permesso di calpestare i nostri costumi e le nostre usanze , contrariamente a quanto accade quando noi ci rechiamo da loro, in quanto è proibito manifestare la nostra cultura, religione o fede.
Personalmente penso che non sia giusto che l’Italia, patria della cultura e dell’arte, debba sotomettersi a tutto questo , e che debba nascondere le proprie sculture.
Penso inoltre che siamo l’unico Stato che per accogliere un politico iraniano e non offenderlo, fa coprire le statue con teli, per nascondere le parti intime.
Tra l’altro politico di uno stato dove sono ancora in vigore la lapidazione, la pena di morte per impiccagione e dove se una donna non si copre il volto, subisce una punizione.
Però di questo non viene fatta parola.
Giustamente le cose scandalose sono statue di centinaia di anni fa che ritraggono dei soggetti totalmente nudi, perché, ovviamente, quelli vanno coperti.
Tutto ciò che penso, è che siamo diventati la barzelletta del mondo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account