Sin da piccoli, almeno una volta, ad ognuno di noi è stata posta questa domanda e,con grande entusiasmo ,si rispondeva “Io da grande vorrei diventare”… una maestra, una ballerina, un dottore, una ginnasta, uno scienziato, un calciatore ecc.. Questi sono i veri sogni di ognuno di noi, ma solo chi crede nelle proprie capacità, solo chi crede in se stesso riesce a realizzarli. Poi arriva quel periodo che turba tutti, che sconvolge i piani: l’adolescenza. Con l’adolescenza si cambia, si inizia a pensare, a ragionare in maniera diversa, ma dove finiscono i nostri sogni? Quando ero piccola anche io avevo un sogno nel cassetto, ma ora non so più dove sono finiti questi sogni. La società di oggi non permette ai giovani di sognare, di vivere con spensieratezza. La crisi distrugge tutti i nostri piani,i nostri progetti, le nostre aspirazioni. Abbiamo bisogno, soprattutto, di essere incoraggiati dagli adulti a guardare il futuro con occhi diversi, non con l’ansia, con la paura di essere dei falliti e di non realizzarsi.
Spero di riuscire a rimuovere tutti gli ostacoli che potrebbero impedire la realizzazione del mio sogno più grande: voglio solo essere felice

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account