Sin dal primo giorno, il Papa ha sempre avuto ottimi propositi: riportare la pace, essere sereni e felici. Durante la sua visita al parlamento europeo egli afferma: STOP AL PESSIMISMO.La mia domanda è: Ce la faremo per un istante ad essere ottimisti, a sperare sempre in meglio, a sorridere? Per me, e penso anche per tutti gli adolescenti della mia età questo non sarà molto difficile, in fondo quali problemi alla nostra età possono mai preoccuparci? Ma per gli adulti, per gli anziani, per i malati, i senzatetto, i bambini dell’Africa che lottano ogni giorno, per loro sarà facile sorridere e dimenticare che ogni giorno lottano per un po’ di cibo, per avere dell’acqua, ma soprattutto che ogni giorno sperano di sopravvivere, di esserci anche domani? Beh, io penso che questa è una delle cose più impossibili che possano fare. Non è semplice dimenticare i problemi, problemi che poi fanno parte della loro realtà quotidiana. Ma io vorrei invitarli lo stesso, vorrei invitare tutti voi a riflettere su queste parole del Papa. Vorrei invitarvi a sorridere.
Io sono pronta a sorridere, e voi?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account