La gioventù di oggi viene considerata “la gioventù bruciata” “la gioventù dei buoni a nulla”. Si prospetta così, un futuro misero secondo ciò che affermano gli adulti. Nessuno confida nelle nuove generazioni sia perchè sono molto diverse dalle vecchie generazioni e perchè, comunque non hanno proprio voglia di porsi delle mete, degli obiettivi da raggiungere. Infatti l’avvento delle nuove tecnologie ed anche dei social network ha portato al diffondersi di strane mode, spesso ritenute anche pericolose. Pare proprio che i ragazzi del giorno d’oggi si pongano come principale obiettivo quello di diventare popolari, di essere integrati nel gruppo e, soprattutto, di avere una bella immagine. L’apparenza al giorno d’oggi, sembra essere proprio la cosa più importante. Bisogna anche considerare che ad influire sulla situazione è anche l’immagine sbagliata che gli viene proposta ogni giorno dalla televisione. Perciò penso che anche una revisione dei programmi trasmessi in televisione non sarebbe una cattiva idea per poter, così permettere agli adolescenti di aprirsi nuovi orizzonti e di puntare al massimo nella vita. Quindi io penso che, per formare la nuova generazione, e quelle che verranno dopo di esse, basta solo un po’ più di fiducia, basta far ragionare i giovani con la loro testa senza inculcare nelle loro menti i prototipi della televisione. Il futuro è davanti ai loro occhi, devono solo correre per riuscire ad afferrarlo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account