Sinceramente credo che il valore di un libro cartaceo sia molto maggiore rispetto a quelli che da qualche anno invadono i nostri tablet, cellulari o altre apparecchiature. Personalmente, trovo il formato cartaceo molto più utile e sicuro per lo studio.Non riuscirei a trovare la concentrazione nel leggere un libro in un tablet. Quindi spero che la mia scuola non attui la classe digitale.Trovo che sia una bella iniziativa,ma non per le classi che già da tempo usa un metodo fondato sui libri.Per esempio, io non sarei in grado di prendere appunti con il tablet, con la stessa velocità che ho scrivendoli a mano.Anche la bellezza di avere tra le mani, un volume da leggere, secondo me è molto più bello,a differenza di un freddo schermo di vetro.Per queste ragioni io difendo la meraviglia dei libri cartacei, delle numerose pagine da sfogliare e palpare tra le mani, la vicenda che si sta leggendo.Tutto questo contribuisce a farci entrare direttamente nella vicenda che viene descritta. Queste sono le emozioni che scaturiscono i volumi, che abbiamo tutti noi nelle librerie di casa e che ormai andranno scomparendo, sostituiti da nuovi formati digitali.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account