Come insegna Natalia Ginzburg “la nostra infanzia e giovinezza è legata indissolubilmente a quelle frasi, a quelle parole sentite e ripetute infinite volte”. Ogni famiglia inventa delle parole che fanno parte del proprio modo di vivere e rapportarsi col mondo. Per chiunque altro non hanno significato ma per le e gli appartenenti a quel nucleo famigliare sì. Sono parole che diventeranno patrimonio dei propri ricordi e rimarranno indelebili nella memoria. Nella mia buffa famiglia inventiamo spesso parole e alcune sono diventate ricorrenti. Che si tratti di indicare il disordine, rinominare lo sport preferito o creare soprannomi scherzosi, siamo legati con affetto al nostro “lessico famigliare”.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account