Questo è un problema di grande importanza e responsabilità da parte dell’ FBI o magari anche della CIA, riguarda come sempre il tema del terrorismo, ma questa volta in un luogo più all’oscuro della civiltà, riguarda il web. L’FBI non può controllare i messaggi e chat private delle persone innanzitutto per un motivo di privacy, ma come secondo devono avere l’autorizzazione da parte dei fornitori web privati come appunto l’APPLE. Questo ha scatenato un grossissimo litigio a partire da subito, all’intero dello stesso stato tra l’altro. è la solita storia, se cominciamo a litigare fra noi, andrà sicuramente a finire che il terrorismo ci annienterà. Per una volta non è una questione di soldi, o quasi, oppure politica, ma semplicemente di motivi di vita, appunto questa è la domanda:”Preferiresti essere protetto, o avere privacy quando navighi in rete con tuoi amici?”. Da un certo punto di vista si potrebbe anche pensare che ciò possa far smettere alle persone di navigare troppo in rete, però porterebbe una perdita di guadagno enorme nelle tasche della APPLE e non solo. In conclusione, l’FBI ti vuole proteggere, e l’APPLE vuole invece la tua privacy. Questione tosta vero?

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account