Nella vita bisogna essere ambiziosi, per qualunque cosa e in qualsiasi ambito. Seguire sempre le proprie passioni e i propri sogni. Perciò anche in ambito lavorativo dobbiamo puntare a fare ciò che ci piace di più e che sappiamo fare meglio. Lottare per ottenere ciò che desideriamo. Solo così ci potremo ritenere totalmente soddisfatti e felici della nostra vita.

Purtroppo però sempre più spesso occorre fare i conti con la realtà e il nostro sogno potrebbe essere molto difficile da realizzare oppure non darci ciò che ci siamo sempre aspettati. Spesso e volentieri bisogna imparare ad accontentarsi di quel che si trova, poiché per essere un po’ più indipendenti e non finire come i Bamboccioni (definiti così dal ministro Brunetta) ci si “accontenta” di un posto di lavoro “qualsiasi”, anche se non è quello sperato o per il quale abbiamo studiato. Tutto questo nella speranza che sia solo temporaneo, in attesa di qualcosa di meglio.

Una tale situazione è dovuta a uno dei tanti problemi che affligge l’Italia: la disoccupazione. Inoltre, passione e denaro non sempre vanno di pari passo e a volte la vita ci porta a fare dure scelte: inseguo il mio sogno anche se consapevole che da un punto di vista economico farò fatica magari ad arrivare a fine mese oppure scelgo il lavoro “sicuro”, con uno stipendio fisso anche se è lontano mille miglia dalle mie aspettative? Forrest Gump diceva: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quale ti capita”. Ma una cosa è certa: non smettere mai di seguire i propri sogni.

0
1 Comment
  1. miristella 3 anni ago

    Ciao, martybrocca!
    Hai scritto un ottimo elaborato, ben strutturato, molto chiaro e privo di editti di alcun tipo. Sono perfettamente d’accordo con quanto hai scritto, non bisogna mai smettere di sognare e di seguire i propri sogni. Ho apprezzato molto anche la citazione da “Forrest Gump”.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account