Nella vita ognuno di noi ha fallito in modo più o meno grave in qualcosa, il fallimento oggi viene visto come una cosa da evitare, è una cosa che lascia il segno, ma allo stesso tempo ti fa crescere e ti insegna a capire fin dove ci si può spingere, o da dove ripartire per poter migliorare e non fallire più. Esso bisogna vederlo come un punto di slancio da dove ripartire. Anche io ho fallito molte volte, e in certe occasioni avevo anche deciso di rinunciarci, ma dopo averci ragionato a lungo sono arrivata alla conclusione che il fallimento è utile, ovviamente è brutto fallire, a nessuno piace non ottenere risultati positivi, ma capita a tutti di fallire in qualcosa perché nessuno è perfetto, anche se pochi sanno come reagire. Secondo me la differenza tra una persona e un vincente sta proprio in questo, saper reagire al fallimento, saper cadere per poi rialzarsi più forti di prima, consapevoli dei propri errori in modo da non ripeterli in futuro. Se dovessimo fermarci ogni volta che falliamo non esisterebbe niente, molte scoperte scientifiche sono state fatte grazie a degli errori, per questo io penso che se una cosa la si desidera apertamente bisogna crederci fino infondo anche se capita di avere degli insuccessi. Concludo citando una frase di H.Ford “Il fallimento è l’opportunità di ricominciare in modo più intelligente”.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account