Spesso quando si sente parlare di graffiti si fa riferimento a due cose: vandalismo e arte. Sempre o, nella maggior parte dei casi, viene ritenuto vandalismo scrivere sui muri, creare “opere d’arti”, insomma creare GRAFFITI. Gli adulti pensano che questo sia solo uno strumento per sporcare le mura della città, delle stazioni, per inquinare l’ambiente, e anche una forma di male educazione nei confronti della popolazione. Ma loro non sanno che è un modo per gli adolescenti di dare sfogo alla fantasia, un modo di sfogarsi, di buttare la rabbia, di dire tutto ciò che si ha dentro con un semplice disegno che viene spesso considerato banale. Ma gli adolescenti sono, in un certo senso obbligati a nascondersi durante la creazione di questi graffiti perchè non sono ben accettati dalla popolazione e non ne hanno neanche il diritto, non hanno il permesso di farli. Quindi io penso che per rendere un po’ migliori le nostre città dovrebbe esistere uno spazio autorizzato ovviamente dal comune di provenienza della città dedicato ai giovani, nel quale possano dare sfogo alla loro fantasia.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account