Perfino nel campo della lettura la tecnologia ha trovato spazio, rendendo possibile “sostituire”, o per lo meno è quello che si vorrebbe fare, i vecchi libri cartacei con gli eBook, ovvero dei piccoli tablet progettati solamente per quella funzione e dunque in grado di garantire le migliori condizioni di lettura in qualsiasi luogo. Questa nuova versione tecnologica dei libri ha la gran comodità di rendere disponibile ogni opera che si desidera ad un peso nettamente inferiore e anche ad un prezzo minore. Infatti, non contando la spesa che si deve effettuare per comprare l’eBook, che comunque non è molto alta, i libri virtuali hanno un prezzo più basso di quelli normali, non comportando spese di fabbricazione. Molti lettori però non assecondano questa novità perché, innamorati del profumo della carta nuova dei libri, dell’inchiostro che a volte sporca le dita e del fruscio prodotto dalle pagine sfogliate, trovano insostituibile la massa di facciate accumulate una sopra l’altra e rilegate insieme. I libri esposti nelle librerie per un gran numero di appassionati non sono nemmeno lontanamente paragonabili agli eBook: i veri testi sono tutti lì, belli impilati, con le copertine colorate e le differenti altezze in base al volume preso in causa e possono colpire l’attenzione proprio grazie a queste caratteristiche. Inoltre, per un lettore appassionato, entrare in una libreria senza aver la minima idea di che libro voler acquistare ed uscire dopo ore di raffinata selezione con una pila di libri in mano è una soddisfazione indescrivibile, azione che con i libri virtuali è impossibile effettuare. Ma non è finita qui! Un libro cartaceo puoi renderlo tuo in qualsiasi modo, puoi evidenziare le parti che più ti hanno colpito, scriverci qualcosa che ti viene in mente di collegato a una determinata parte… Ovviamente, su pagine visualizzate su uno schermo luminoso, questo non è possibile.

0
1 Comment
  1. cecilia2014 4 anni ago

    Ciao
    Il tema

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account