Credo che abbiate capito da che parte sto; nessuno pensa che gli omosessuali oppure le lesbiche siano persone come noi. Tanti li discriminano dicendo che sono “diversi” dalle altre persone, invece siamo tutti uguali e abbiamo tutti lo stesso diritto. Siamo in un paese libero e ognuno può manifestare il proprio affetto verso una persona dello stesso sesso, ovviamente, non essendo volgari e invadenti.
Riportando dei dati letti (www.statiliberi.com/matrimoni-gay), la Spagna è il paese principale dei matrimoni tra omosessuali e pure eterosessuali, purchè uno dei due coniugi richiede e ottiene la residenza in Spagna. Per questo evento, hanno aggiunto un paragrafo nell’articolo 44 del codice civile dove dice che “il matrimonio tra uomini avrà la stessa importanza di un matrimonio tra un uomo e una donna”.
Considerando altri dati (www.corrierecaraibi.com/EU_NOTI_Gay), la società spagnola non approvò questa legge, i primi furono quelli del partito popolare che si opposero per primi e di conseguenza anche la società iniziò a svolgere delle manifestazioni per rievocarla. Dopo lunghe discussioni, le nozze gay vennero consentite nella Penisola Iberica, portando modifiche che consentono pure l’adozione di un bambino.
Nonostante questo, penso che all’Italia non succederà nulla, anzi, spero che il livello delle unioni civili si alzi per poi far mostrare alla gente, nonostante la sessualità non uguale alla nostra, si può avere una vita uguale a tutti gli altri ma soprattutto una famiglia.

– Cosa ne pensate delle unioni civili?
– Da che parte state?
– Secondo voi cambierà la società in Italia?

0
1 Comment
  1. miristella 4 anni ago

    Ciao! Quello che hai scritto nell’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account