Dove andreste a lavorare?
Nessuno sa che lavoro farà in futuro, noi però, ci possiamo fare delle idee su come vorremmo che fosse il nostro lavoro.
In Italia ci sono solo 109 mila abitanti occupati su 59 milioni; se dovessi andare a lavorare e scegliere fra quali delle due multinazionali ( Apple o Google ) disporre domanda di assunzione, guarderei prima lo stipendio al mese poi prenderei la mia decisione.
Sono andata alla ricerca di dati (www.hdblog.it/quantoguadagnanoidipendentidiGoogle), il primo riguarda ai salari dei dipendenti di Google che prendono circa 103 mila $ come stipendio di base, aggiungendo un bonus di 18 mila $;Mentre i secondi dati (www.overpress.it/quantoguadagnanoidipendentidiApple), riguardano ai salari dei dipendenti di Apple. La situazione è molto divertente perché guadagni in base al lavoro che fai e al posto in cui sei: per esempio se sei all’ultimo posto, in questo caso al 22° guadagni 44 mila $ all’anno, se sei al 10° posto guadagni 117 mila $ , mentre se sei al 1° posto guadagni 174 mila $. I primi tre posti sono quelli che guadagnano di più anche se fa già piacere avere 94/100 mila $ come stipendio annuo.
Se devo dire la mia, mi piacciono le tecnologie di Apple, anche se durano un paio di anni. Però se ci penso meglio, avere uno stipendio al mese più un bonus in contanti non è neanche tanto male. Il mio verdetto è che invierei la mia domanda di assunzione alla multinazionale Google, come ripeto, avere un bonus in più farebbe anche comodo ai giorni d’oggi.
Sinceramente io vorrei un lavoro pagato mensilmente, che riesca a mantenermi una casa, un auto e in futuro una famiglia senza fare straordinari, ma si sa che questo non succederà mai.

Voi dove andreste a lavorare?
In quale delle due multinazionali?
Che lavoro vorreste?

0
Commenti
  1. martinamaida 4 anni ago

    Innanzitutto bel lavoro, l’articolo

  2. giovanni 4 anni ago

    ciao tamy00, dalla redazione veni vidi vici
    Nel tuo articolo noto che parli molto di soldi e dell’aspetto finanziario di un lavoro. Personalmente penso sia un ragionamento materialista, che non tiene conto delle reali necessit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account