La corruzione, è sempre esistita, fin dall’epoca dei cavernicoli, certo ora è diverso, a quell’epoca non c’erano le mazzette di soldi da dare a chi bisognava corrompere . E allora come si faceva a corrompere in un epoca dove il soldo non esisteva ancora? Domanda tosta alla quale non saprei dare risposta, ma credo che ognuno di noi possa dire la propria su questo quesito, infatti per me la risposta non può essere altro che soggettiva.
Certo, esistono al giorno d’oggi dei paese estremamente corrotti, ma anche dei paesi molto organizzati, dove la corruzione è soffocata alla radice, ma non è detto che neanche li ci sia. Secondo alcuni sondaggi il paese più corrotto del mondo sarebbe la Cina, e l’Italia ad essa, si avvicina si, ma non di tanto, quindi se pensiamo davvero che l’Italia sia solo un paese di ladri e corrotti, guardiamo anche verso altri paesi, perché a volte si può imparare dagli errori altrui, per evitarne di fare in un immediato futuro.
L’Italia, inutile dirlo, certo che è un paese corrotto, e anche uno tra i più alti, ma di chi pensiate sia la colpa? Della Mafia, organizzazioni criminali, amministratori pubblici, politici mi direte voi; Ma pensiamoci bene, tutte queste persone, che cos’hanno in comune tra di essi? Il fatto di essere italiani. Capito dove voglio farvi arrivare? Siamo noi quelle persone, come siamo italiani noi, lo sono anche queste persone ignobili, che pensano solo a se stessi.
In fondo in fondo, tutti abbiamo un prezzo. Se ci offrissero dei soldi, per esempio, anche solo 30€ per dire ciò che non pensiamo realmente davanti a una telecamera, molto probabilmente, li accettereste quei soldi, certo non tutti, ma credo che la maggior parte di noi lo farebbe.
Per concludere, una frase vorrei lasciarvi, una frase di un celebre filosofo dell’antica Grecia, che a parer mio, lascia molto a pensare: “Ogni popolo hai il governo che si merita” – Aristotele. Pensateci, e ditemi che ne pensate

1 Comment
  1. fiore02 5 anni ago

    Ciao

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account