La letteratura non si limita ai generi classici più studiati a scuola (verismo, romanticismo e romanzo gotico per esempio), e questo la rende ancor più affascinante perché di mostra come nel tempo l’ibridazione, l’innovazione e gli avvenimenti continuino a portare nuovi stimoli agli scrittori. In questo post vi raccontiamo dei generi più originali degli ultimi decenni. Quanti ne conoscete già?
 
OuLiPo, anche detto “Officina di Letteratura Potenziale”, è un gruppo di letterati e matematici fondato da Raymond Queneau (l’autore del noto romanzo Zazie nel Metrò) negli anni ’70 e di cui facevano parte anche noti scrittori come Georges Perec e Italo Calvino. Il gruppo definisce il termine LIttérature POtentielle come la “ricerca di nuove strutture e schemi che possano essere usati dagli scrittori nella maniera che preferiscono”. I vincoli che gli scrittori si auto-impongono vengono usati per creare nuova ispirazione; un esempio di vincolo è l’utilizzo nelle proprie poesie di parole che man mano aggiungono una lettera alla parola precedente, o il vincolo di non utilizzare alcuna lettera che abbia stanghette in alto e in basso (es: b,p,y,j).
 
Sapevate invece che scrittori del calibro di Angela Carter, Paul Auster, J. G. Ballard, Haruki Murakami e Jorge Luis Borges possono essere assoldati nel novero degli scrittori “slipstream”? Questo genere letterario si incastona in quell’ambito della letteratura che si trova fra la letteratura mainstream e la letteratura di fantascienza. L’effetto che i loro romanzi provocano è quello di spaesamento dato dagli avvenimenti quasi sovrannaturali che punteggiano la realtà quotidiana di questi romanzi.
 
A metà degli anni ’80 del 1900 nasceva invece la letteratura (e l’immaginario) cyberpunk, un sottomettere della fantascienza. Il cyberpunk abbina (con un atteggiamento ibridatore tipicamente postmoderno) l’allora neonato mondo tecnologico (es: information technology) a cambiamenti sociali spesso violenti.  L’esempio più lampante del genere è Williamo Gibson con il suo romanzo “Neuromante”. I protagonisti sono spesso hacker che si destreggiano tra il mondo virtuale e quello reale.  Anche nel mondo del fumetto opere come Ghost in the Shell e nel cinema film come Blade Runner, Tron e Matrix sono ottimi esempi delle caratteristiche peculiari del genere.
 
Le sue radici affondano nella grande letteratura del passato. Quando si parla di The Canterbury Tales di Chaucer o del Decameron di Boccaccio si parla di meta-romanzo, ovvero un romanzo nel romanzo che tratta più meno velatamente dell’atto stesso di raccontare spesso mettendo narcisisticamente in analisi le stesse motivazioni dello scrivere. Esempi moderni di questo genere sono “E se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino o “Mattatoio n° 5” di Kurt Vonnegut.
 
Conoscevate questi generi letterari? Ne avete altri da suggerire per arricchire questa curiosa lista?

 

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account