3eed4dd5cc5b1f7a726ef847ba6d0790

Qualcuno di voi sarà già tornato dalle vacanze al mare o in montagna. Qualcun altro avrà fatto un viaggio in luoghi lontani e remoti. Per chi sta per partire e per chi con la mente non è mai fermo abbiamo pensato ad una lista di libri da mettere in valigia, o meglio nello zaino!

 

Si tratta di alcuni dei più interessanti, e talvolta divertenti, libri di viaggio del ‘900:

 

Autostop con Buddha di Will Ferguson. Chi non sogna di fare un viaggio in Giappone? Tutti gli appassionati del paese del sol levante dovrebbero leggere questo romanzo che racconta le peripezie di un giovane canadese, insegnante di lingua inglese nel sud del Giappone, attraverso questo affascinante paese. Will decide di attraversarlo ignorando i comodi Shinkansen, i treni ad alta velocità che collegano le maggiori città del paese, e seguendo il fronte dei fiori di ciliegio (a Maggio la primavera esplode in tutta la sua bellezza da sud a nord) in autostop. Così facendo incontrerà tantissime persone di cui descriverà i tic e le manie, spesso squisitamente legate alla cultura giapponese.
 

 

Due di Due di Andrea de Carlo. Si tratta di un romanzo di formazione che racconta l’amicizia fra due ragazzi, che diventano uomini. A cambiare completamente il loro rapporto e la loro vita sarà un viaggio in Grecia dopo la maturità. Lasciamo a voi la scoperta di questo racconto che non potrete che divorare tutto d’un fiato…

 

Le vie dei Canti di Bruce Chatwin. Questo libro ci porta più lontano, ovvero in Australia: è contemporaneamente un romanzo, un saggio e un diario di viaggio. Per gli aborigeni australiani, la loro terra era tutta segnata da un intrecciarsi di «Vie dei Canti» o «Piste del Sogno», un labirinto di percorsi visibili soltanto ai loro occhi. Lo scrittore cerca di descrivere e interpretare questo fenomeno, una vera e propria metafisica del nomadismo che ha affascinato i viaggiatori di ieri e di oggi.
 

 

Buona notte, Signor Lenin di Tiziano Terzani. Quello del giornalista Tiziano Terzani è un viaggio nello spazio, ma sopratutto nella storia; nell’agosto del 1991 il Muro di Berlino era già caduto da più di un anno e l’autorità sovietica vacillava ormai in tutta Europa. Proprio in quel periodo il giornalista stava effettuando una spedizione sul fiume Amur per attraversare la grandissima Unione Sovietica da un capo all’altro del paese quando apprese la notizia di un golpe anti-Gorbacëv (ai tempi il capo di stato) avvenuto a Mosca. Consapevole di essere testimone di un epocale avvenimento storico Terzani abbandona la spedizione e attraversa la Siberia, l’Asia centrale e il Caucaso per raggiungere la capitale Mosca. Nel suo viaggio registrerà le ripercussioni dell’avvenimento storico che portò al tramonto dell’Unione Sovietica da un punto di vista originale, ovvero quanto stava accadendo nelle aree più remote del paese.

 

Nelle terre estreme di Jon Krakauer. Forse avrete visto il film tratto da questo libro: Into the Wild. Il libro è un vero e proprio reportage che grazie alle testimonianze di chi lo ha incontrato e ai diari lasciati da Christopher McCandless, il protagonista ventiduenne, racconta il suo viaggio attraverso il Nord America per raggiungere l’inospitale Alaska e trovare se stesso. Nonostante il drammatico epilogo che pose fine alla vita del protagonista le riflessioni di McCandless su quanto imparò durante i due anni di viaggio restano attuali e ancora oggi colpiscono la fantasia di moltissime persone per l’attualità e la profondità nel leggere fra le righe della società americana.

 

Venezia è un pesce di Tiziano Scarpa. Talvolta non serve andare all’altro capo del mondo per scoprire un mondo di misteri, passioni, curiosità e luoghi mozzafiato.  Lo dimostra attraverso una caleidoscopica raccolta di impressioni e ricordi il libro di Tiziano Scarpa, poeta e scrittore veneziano di nascita e innamorato della sua città, che con il suo linguaggio mai banale racconta la sua città natale. Scoprirete così che Venezia non è solo la città da cartolina zeppa di turisti, ma anche la sua anima più vera, quella dei veneziani che abitano le sue strade e i suoi canali da sempre.

 

 

Se ne leggerete qualcuno, lasciateci qui la vostra recensione! Se volete aggiungere alla nostra lista i vostri libri di viaggio preferiti non esitate, siamo sempre curiosi di scoprirli.

 

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account