bc0cbcacee08d345efe88f4e447db6ab3

Buon lunedì ragazzi. Eccoci con i temi della ventitreesima settimana.

 

Gianna Fregonara per il suo tema prende spunto dalle parole del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti che, in riferimento alla pausa scolastica in occasione delle vacanze estive, ha sostenuto che i giovani dovrebbero andare a fare qualche lavoretto temporaneo.

Questo, naturalmente, ha suscitato diverse polemiche: c’è chi dice che le vacanze sono troppo lunghe e forse andrebbero spezzate in due tranche; c’è chi, invece, sostiene che anziché lavorare, i ragazzi dovrebbero studiare l’Inglese o dedicarsi alla lettura; e c’è chi, infine, pensa che, almeno da giovani, si dovrebbe approfittare di questo momento di pausa per tirare il fiato e ricaricarsi per il nuovo anno scolastico.

La Fregonara, quindi, vuole conoscere la vostra opinione non tanto in merito al fatto se sia giusto o meno fare dei lavoretti in estate, quanto, invece, su quale sia la vostra esperienza: avete mai fatto dei lavoretti durante il periodo delle vacanze? Se sì, di cosa vi siete occupati? Raccontateci la vostra esperienza e qualche bel aneddoto in merito!

 

 

 

Massimo Esposti questa settimana, con l’avvicinarsi della Pasqua, ci parla di pace. In questo periodo in particolare, gli eventi drammatici di cui ci parlano i giornali, le continue violenze e gli episodi di intolleranza non fanno altro che oscurare e mettere in secondo piano la tranquillità e la serenità di tutti noi.

Oggi si parla tanto della ricerca della pace, ma sembra davvero molto difficile da raggiungere. Voi ragazzi che cosa ne pensate? Riusciremo finalmente ad imboccare la strada della pace? 

 

 

 

Paolo Giacomin vi propone un tema relativo alla scuola, quindi a voi molto vicino. Il Governo recentemente ha presentato un disegno di legge contenente le linee guida e i percorsi da seguire per arrivare alla riforma della scuola, l’ennesima che viene fatta nel giro di pochi anni. Ci saranno molte novità sicuramente in quella che il Governo stesso ha definito la riforma della buona scuola.

Ecco, dunque, che Giacomin vi chiede: secondo voi, come è fatta la buona scuola?

1 Comment

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account