Ciao ragazzi, siete pronti per le feste natalizie? I regali per gli amici e i vostri cari li avete già messi sotto l’albero? Siamo certi che non vedete l’ora di passare questi giorni in buona compagnia a divertirvi, a riposarvi e… a mangiare, ovviamente!
 
Prima di lasciarvi alle vostre meritate vacanze vi diamo un paio di comunicazioni di servizio:
– ilquotidianoinclasse.it non si ferma nemmeno a Natale! Continuerete a trovare ogni settimana i nuovi temi sul sito il lunedì anche durante le feste. Sicuramente avrete molto tempo libero e preparerete dei post molto divertenti e originali!
Il campionato d’autunno sta volgendo al termine. Infatti, a partire dal 28 dicembre inizierà il campionato d’inverno. Ciò significa che i punteggi verranno azzerati, e che riveleremo presto il vincitore del primo campionato che sarà quindi automaticamente candidato al premio finale: un viaggio nella Silicon Valley in California! Noi siamo già emozionati.
 
Per augurarvi Buon Natale oggi, vi raccontiamo alcune romantiche usanze natalizie di diversi paesi stranier attraverso le immagini di Marie Muravski.
 

 
Il Natale è festeggiato in moltissimi paesi, e ciascuno declina le tradizioni secondo la cultura locale. Per esempio ad Haiti i bimbi mettono sotto l’albero le loro scarpe piene di paglia nella speranza che la notte di Natale questa venga sostituita con tanti bei regali. Conoscevate questa tradizione?
 

 
In Svezia, invece, nel tradizionale pudding di riso suddiviso in ciotole, e consumato in compagnia dei propri cari, viene nascosta una mandorla. Chiunque la trovi, avrà un matrimonio in vista! I single sono avvisati: bisogna scegliere bene la propria ciotola.
 

 
In Venezuela alla Santa Messa di Natale si va… con i pattini! Addirittura le strade vengono chiuse per permettere che questo possa avvenire in sicurezza!

 

 
Infine, in Bielorussia, le ragazze si affidano ad un gallo per scoprire la loro sorte in fatto d’amore. Pile di mais vengono poste difronte a ciascuna ragazza che partecipi al rito. Quella dove il gallo deciderà di mangiare sarà la fortunatissima destinata a sposarsi nel corso dei seguenti 365 giorni.
 
E voi, conoscete qualche originale tradizione regionale? Se vi va, raccontatecelo. E non dimenticate di passare buone feste!

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account