89243f1a81db7697a6977ede47ee07e4

Buon lunedì ragazzi! Un inizio settimana un po’ particolare, quasi malinconico diremmo: i nostri 3 blogger Orsola Riva, Luca Tremolada e Gianluigi Schiavon ci tenevano a lasciarvi un video di saluti, per ripercorrere le settimane che avete trascorso insieme in questa edizione de ilquotidianoinclasse.it.

 

 

Non temete: non si tratta di un addio, ma di un arrivederci ad ottobre, quando ripartiremo con l’edizione 2016/2017 de ilquotidianoinclasse.it! Anche se fino ad ottobre i nostri blogger non ci faranno compagnia con nuovi video, noi andremo avanti tutto l’anno: continuate a seguirci su queste pagine e, perchè no, continuate a scrivere sui temi di questa edizione, per arrivare carichi e grintosi al nuovo anno!

 

Gianna Fregonara vi dà l’arrivederci ad ottobre, lanciandovi comunque una nuova sfida, un “non compito” delle vacanze in vista dell’estate: andate in una libreria e scegliete un libro che vi possa piacere, anche semplicemente sfogliandolo.

Va bene qualunque titolo, perchè la lettura non è un compito o una punizione, ma una sorta di “biglietto della lotteria” che vi regala un viaggio, magari faticoso e non sempre leggero, ma pur sempre bellissimo.

I lettori, come sostiene Daniel Pennac nel suo libro “Come un romanzo”, hanno dei diritti: scoprite il suo “Decalogo dei diritti dei lettori” magari leggendo proprio questo libro!

 

 

 

Luca Tremolada vi saluta, lasciandovi con qualche promessa, da alcune più ironiche a quelle un po’ più serie, e con due presupposti di partenza per il prossimo anno, che dovrete assolutamente ricordarvi ad ottobre: il giornalismo è un metodo, uno strumento di indagine, ma anche ricerca. Ricerca all’interno dei fatti di tutti quegli aspetti quantitativi che spesso ci aiutano a spiegarli meglio. Questo, in effetti, è l’approccio de Il Sole 24 Ore!

 

 

 

Gianluigi Schiavon, nel darvi anche lui appuntamento ad ottobre, ripercorre un po’ gli argomenti affrontati quest’anno: dai libri, di carta e ebook, al web, sotto vari punti di vista.

Si è parlato di società, del futuro e del passato o del passato che ritorna: il giradischi che torna in voga o l’avvento della badante-robot. E si è chiuso il concorso con il tema “Scuola che stress”. È vero, la scuola a volte può essere stressante, ma ci si può anche divertire molto, come è successo quest’anno con ilquotidianoinclasse.it!

 

 

 

 

 

 

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account