Il castello di Alnwick, secondo per importanza e lustro solo a quello di Windsor, si trova nel Northumberland ed è noto ai più per essere stato la location in cui sono stati girati i primi episodi cinematografici della saga di Harry Potter. Il castello è dotato di tale fascino che è servito per rappresentare la scuola dei maghi ovvero Hogwarts.
 
Questo castello dalle magiche ambientazioni ha anche altri meriti che lo rendono affascinante. Il suo giardino è bello e rigoglioso e ben rappresenta lo stile inglese (che si contrappone al geometrico e prospettico stile francese in voga fino al 1700) caratterizzato da un mix di elementi naturali e artificiali e dove non è mai possibile avere una visione d’insieme ma si ha l’impressione di essere in uno spazio selvaggio che tuttavia non è mai incolto.
 
Il giardino, originariamente installato nel 1750 poi caduto in rovina durante la seconda guerra mondiale e rinnovato dalla Duchessa Jane Percy a partire dal 1995,  nasconde un’area davvero peculiare al suo interno. Si tratta di un giardino che raccoglie un gran numero di piante velenose. Il cartello all’ingresso di quest’area del castello tuona: “queste piante possono uccidere”. Visitandolo però non si rischia la vita, anzi, se si rispettano le regole dettate dal buon senso è possibile imparare tantissimo.
 

 
Con una visita in questo giardino è possibile scoprire che anche nei nostri ci sono piante insospettabilmente velenose quanto comuni.
 
Sapevate per esempio che la peonia era usata nell’antichità per provocare l’aborto proprio per la sua tossicità? Sembra strano che un fiore così bello possa essere così nefasto. Anche gli oleandri, spesso utilizzati per arricchire le nostre siepi con i loro fiori rosa sono, se se ne ingeriscono i petali, addirittura mortali! Chi l’avrebbe mai detto…
 
Un fiore comunissimo e colorato come l’ortensia può provocare nausea, vomito e aumento del battito cardiaco. Meglio non toccare i suoi fiori e le sue foglie dunque. E la stella di Natale? Anche lei è molto velenosa e il liquido che secerne se ne si rompe il gambo ha proprietà fortemente urticanti.
 
Nel giardino velenoso di Alnwick sono presenti anche piante che generano sostanze illegali come il Papaver somniferum da cui proviene l’Oppio, la Strychnos nux-vomica da cui la Stricnina viene estratta, la Cannabis sativa da cui si produce la marijuana e l’Erythroxylum coca da cui si estrae la cocaina.
 
Una passeggiata in questo giardino ci può insegnare molto dunque! Se passate di qui, non perdetevelo!

 

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account